“Niente cani dentro casa”

(27 Giugno 2018) - pubblicato da Redazione

Il papà di Vinicio Carleto, 65 enne brasiliano, era un signore «scontroso e accigliato», ma l’arrivo in casa del quattrozampe ha cambiato tutto Il rubacuori Pitoco Nonostante il grande fascino che rilasciano in molte persone, non tutti i cani sono amati dagli umani. Una di queste persone era il padre di Vinicio Carleto, 65 enne brasiliano, che aveva idee molto chiare: niente animali dentro casa sua. Ma molti pensieri sono fatti anche per essere cambiati, come è successo. Nel 2017 Vinicio notò un quattrozampe in un canile e si innamorò subito di lui. Dopo aver suggerito ai genitori di salvarlo, il 65 enne si scontrò contro la volontà del padre. «Non voleva sentire ragioni, era un signore sempre scontroso e accigliato», racconta Vinicio. Ma in poco tempo successe l’incredibile. Dopo essere tornato al canile con sua madre, Vinicio convinse la signora e portò Pitoco a casa. Il papà fu costretto ad accettare la decisione e all’inizio si mostrò freddo nei confronti dell’animale, poi tutto cambiò. «Ogni volta che tornava da lavoro stanco, metteva lo stress alle spalle dando sempre più attenzioni al cane - continua Vinicio -. Un giorno, poi, sono tornato a casa e ho visto mio padre giocare con Pitoco nel cortile di casa. Non potevo credere ai miei occhi». Un amore cresciuto così tanto che dopo soli tre mesi «mio padre e Pitoco indossavano due maglie uguali, l’uno con la faccia dell’altro». In pochi giorni, quindi, tutto era cambiato e l’amore del quattrozampe aveva influito anche su un uomo dal carattere rude come quello dell’anziano signore. «Sembra che i cani capiscano come ci sentiamo - conclude Vinicio -. La loro compagnia ci permette di sfuggire allo stress quotidiano della vita e questa è una cosa molto importante». Fonte lastampa.it



Torna alle news

EVENTI IN EVIDENZA