Vendevano cuccioli piccolissimi e malati: sequestrato negozio

(03 Settembre 2015) - pubblicato da Redazione

Sotto accusa una coppia già sotto processo a Pisa per reati analoghi. Tre piccolissimi venduti: uno solo è sopravvissuto

 

Roma, 3 settembre 2015 - Il negozio di animali di due coniugi di Pontedera (Pisa) è stato sequestrato dai carabinieri su disposizione del tribunale di Pisa per maltrattamento di animali e truffa. I proprietari sono accusati di avere venduto gli animali strappandoli alla madre prima dello svezzamento e provocando in essi patologie gravi che si sono concluse spesso con la morte. Al provvedimento di sequestro sono allegate quattro denunce, che hanno fatto scattare le indagini, presentate da altrettanti clienti del negozio che dopo avere acquistato i cani hanno dovuto fare i conti con le loro malattie. Tre animali sono morti mentre uno soltanto è sopravvissuto grazie a costosissime cure veterinarie cui è stato sottoposto dai  proprietari.

I cani appartengono a razze diverse. I due commercianti sono già sotto processo a Pisa perché accusati di avere importato illegalmente i cani dall'estero senza rispettare la normativa vigente. In particolare, secondo l'accusa, i coniugi strappavano alla madre i cuccioli prima della fine dello svezzamento e li trasportavano in Italia per poi venderli in negozio. Al momento del sequestro nell'attività  commerciale non erano presenti animali. 

Fonte: quotidiano.net



Torna alle news

Regione:Lazio

Quando:21 Febbraio 2018

(Lazio), STERILIZZAZIONI GRATUITE
Continua la campagna di STERILIZZAZIONI GRATUITE nel Lazio rivolta ai gatti di colonia e ai cani e gatti in attesa di adozione.

EVENTI IN EVIDENZA